News dalle chiese

Battesimi alla Chiesa di Matera

 MATERA, 23 luglio 2019 - Gioia grande in cielo e gioia grande in terra ogni volta che un uomo o una donna accettano di seguire il Signore dandone pubblica testimonianza attraverso il battesimo. Gioia grande è stata vissuta domenica 9 giugno alla chiesa battista di Matera, dove Domenico e Maddalena hanno ricevuto il battesimo nelle acque. Una giornata molto intensa, iniziata la mattina con un culto evangelistico celebrato nella piazza di Miglionico, alla presenza di tanta gente accorsa per celebrare il Signore nel giorno della ricorrenza della Pentecoste. E come a Pentecoste, quando i presenti furono invitati al battesimo dopo la predicazione della Parola del Signore, così è accaduto nel pomeriggio, a distanza di duemila anni, a Matera, a significare che la Parola del Signore è, ancora oggi, viva e feconda.

Un miracolo che non smette mai di stupire quello di vedere le vite di uomini e donne trasformate dalla grazia di Dio. Così è stato per Domenico e Maddalena, sposi da trent’anni, uniti adesso anche nel cammino di fede intrapreso. Toccanti le loro parole: «Avevo un velo negli occhi e nel cuore» ha detto Domenico, «e pur avendo un sentore di Dio, non lo vedevo. Oggi, invece, posso dire di credere e di essere felice di avere al mio fianco Gesù, che mi ha accolto». Anche Maddalena, con grande commozione, ha voluto esprimere la gioia della sua scelta, avvenuta da adulta e fatta in piena libertà.
«In quell’attimo in cui ci immergiamo interamente nelle acque battesimali», ha detto il pastore Luca Reina durante il suo sermone, «fermiamo per qualche istante il respiro e chiudiamo gli occhi, interrompendo, simbolicamente, la vecchia vita che, subito dopo, rinasce grazie alla potenza dello Spirito; una simbologia tra vita e morte, morte che non può trattenerci e vita nuova che ci spinge fuori dall’acqua, per iniziare un nuovo cammino a fianco di Gesù Cristo».

NEV

Calendario biblico 2022

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, anche di terze parti. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.