UCEBI

Unione Cristiana Evangelica Battista d‘Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Nuove Composizioni e Pillole di storia

La Commissione Nuove Composizioni (CNC) e Pillole di storia.

Nei nostri culti, come nella vita comunitaria, siamo di fronte a due percorsi paralleli, quello della tradizione, gli inni storici, e quello della contemporaneità, gli inni ed i canti del nostro tempo.  A volte questi due percorsi si intrecciano e cooperano, altre volte si scontrano prevaricando l'uno sull'altro o accusandosi reciprocamente o di incomprensibilità linguistica o di "inadeguatezza di contenuti." Pensare ad una terza via o rafforzarla, cioè valorizzare le composizioni inedite delle sorelle ed i fratelli che vivono la chiesa nel contesto sociale e culturale della penisola Italia, potrebbe essere una buona idea? Abbiamo dunque pensato di riprendere un cammino che già alcuni autori e autrici timidamente avevano intrapreso nel passato più lontano ed in quello più vicino: la composizione di inni e canti inediti appunto. A questo lavoro non può mancare un supporto fondamentale: la ricerca nella storia, per cui "Pillole di Storia ci aiuterà nel dialogo tra i due percorsi prima citati, ma anche a capire come meglio indirizzare e rafforzare la terza via.

Nuove composizioni

Pillole di storia

Leggi tutto...
 

Mappa dei musicisti e animatori nelle chiese dell'Ucebi

ROMA, 16 GENNAIO 2018 - Nelle chiese battiste dell'Ucebi quanti e quante sono  gli animatori e le animatrici? I musicisti e le musiciste? I e le referenti per la musica ed il multimedia? E poi: come posso trovare i loro contatti?

Ecco una prima Mappa che il Ministero Musicale ha elaborato in seguito alle risposte ricevute. La Mappa chiaramente sarà sempre in divenire e ogni sei mesi avremo gli aggiornamenti per correzioni o aggiunte. Per ragioni di privacy non abbiamo inserito né gli indirizzi mail né tantomeno i numeri di telefono; basterà che contattiate il ministero musicale: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. che vi fornirà i loro contatti. E speriamo che presto potremo inserire altri segnaposto per coprire tutta l’Italia a suon di musica!

Scarica la mappa

 

La scomparsa di Agnese Baccaglini

Lutto nella chiesa battista di Rovigo

ROVIGO, 8 gennaio 2017 - Mercoledì 3 gennaio 2018 è venuta a mancare la sorella Agnese Baccaglini, che insieme al marito Pastore Giuseppe Lulich ha posto le basi e fatto crescere la chiesa evangelica a Rovigo a partire dalla fine degli anni ’50.

Leggi tutto...
 

Messaggio di Natale 2017

“Andiamo fino a Betlemme e vediamo ciò che è avvenuto,  e che il Signore ci ha fatto sapere”  (Luca 2: 15)

ROMA, 21 dicembre 2017 - Care Chiese, care sorelle e cari fratelli,  è tempo di Avvento! E’ Natale!  Il testo del vangelo di Luca ci invita ad andare a Betlemme. E’ un viaggio unico, diverso da quelli che siamo abituati a fare durante le festività. Ma, per certi versi, è un viaggio vicino a coloro che, a causa delle guerre, delle persecuzioni, della povertà e delle malattie sono costretti ad abbandonare il proprio paese e i propri familiari, affrontando le insidie mortali che il “mare nostrum” spesso riserva, per approdare nella nostra Europa, con grandi speranze per il futuro.

Leggi tutto...
 

Palmina, Amara terra mia

La Chiesa di Mottola ospita un coinvolgente monologo teatrale sulla violenza sulle donne

MOTTOLA (TARANTO), 21 dicembre 2017 - Con un tuffo negli anni 80, anni di musica disco, capelli cotonati e spalline,  domenica 26 novembre su proposta del presidio locale di Libera nella chiesa battista di Mottola è iniziato il monologo, scritto dal regista Giovanni Gentile, della giovane attrice Barbara Grilli dal titolo “Palmina, Amara terra mia”. Palmina Martinelli trentasei anni fa fu trovata da suo cugino nel bagno della sua casa a Fasano, in provincia di Brindisi, che bruciava viva: dopo tre gradi di processo, i due indagati furono accusati per giro di prostituzione ma furono assolti dall’imputazione di omicidio. Palmina si era suicidata e aveva calunniato i due uomini. Eppure Palmina, allora quindicenne, al pm Nicola Magrone, che la difendeva, nel letto d’ospedale nel quale momentaneamente era stata fatta uscire dal coma farmacologico, indotto perché non soffrisse, con il settanta per cento del corpo ustionato e in fin di vita, ma sempre lucidissima, aveva fatto quei nomi. Lei non voleva “fare la vita”. Lei era forte: continuava a dire di no.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Riforma 500

8x1000

eng/fr

Donazioni

link

rss

Aggiornamenti

Chi è online

 552 visitatori online

Facebook